Il sabba

Il sabba: il film che racconta il processo alle streghe basche


Il sabba: il film che racconta il processo alle streghe basche

Il sabba è un film del 2020 diretto da Pablo Agüero, che mostra un processo di stregoneria nella Spagna degli inizi del XVII secolo. La pellicola, basata su fatti storici, è stata presentata al Festival internazionale del cinema di San Sebastián e ha vinto cinque premi Goya, tra cui Miglior direzione artistica e Migliori musiche originali. Il film è disponibile su Netflix dal 11 marzo 2021.

La trama del film

Il film si svolge nei Paesi Baschi, nel 1609. Cinque ragazze e una bambina vengono arrestate con l’accusa di aver partecipato ad un sabba, un convegno di streghe in presenza del demonio. Le ragazze vengono processate da un giudice inquisitore, Rostegui, che le sottopone a torture e interrogatori per estorcere loro una confessione. Le ragazze avevano semplicemente fatto una festa tra i boschi, ma si rendono conto che l’unica speranza di salvezza è rimandare l’esecuzione fino al ritorno degli uomini del villaggio dal mare.

Ana, la più matura e intraprendente del gruppo, decide di dichiararsi strega e di inventare un fantasioso racconto sul sabba cui avrebbe preso parte, con lo scopo di guadagnare tempo e di sedurre il giudice. Questi, affascinato dalla sua capacità affabulatoria e dalla sua bellezza, decide di assistere a un sabba dal vivo, ricreando nel bosco le condizioni esatte descritte da Ana. Le ragazze, sollecitate dal giudice, si scatenano in canti e danze sfrenate, coinvolgendo un sempre più “stregato” Rostegui e riuscendo, nella confusione creata, a scappare. Legate insieme da una catena, riescono però solo a raggiungere la vetta della falesia che si affaccia direttamente sul mare e, raggiunte dai soldati, decidono su ordine di Ana, di gettarsi e… volare.

Il significato del film


La trama del film

Il sabba è un film che denuncia la violenza e l’oppressione subite dalle donne nel corso della storia, accusate di stregoneria per il solo fatto di essere libere e indipendenti. Il film mostra come le donne siano state vittime di una persecuzione sistematica da parte della Chiesa e dello Stato, che le ha torturate, umiliate e uccise per imporre il loro dominio patriarcale. Il film è anche un omaggio alla cultura e alla lingua basche, che hanno resistito alle imposizioni e alle repressioni dei conquistatori spagnoli.

Il film si basa su documenti storici reali, tra cui le testimonianze delle streghe basche processate dall’Inquisizione spagnola nel XVII secolo. Il titolo originale del film, Akelarre, significa “prato del caprone” in basco ed è il nome con cui veniva chiamato il luogo dove si svolgevano i sabbat delle streghe. Il film utilizza il basco come lingua principale dei dialoghi tra le ragazze, mentre il giudice parla in spagnolo. Il film mette in evidenza il contrasto tra la vitalità e la gioia delle ragazze e la freddezza e la crudeltà del giudice.

Le curiosità sul film


Il significato del film

Be the first to comment on "Il sabba"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*